Tetto Ventilato


Casa Ventilata

Tettofacile ventilato

  • Tettofacile® offre un sistema brevettato per la Ventilazione Naturale Controllata del Tetto e delle Pareti, coinvolgendo l’ appartamento con ricambi d’aria costanti.
  • Il sistema è gestito in autonomia dal Camino Intelligente che integra la ventilazione naturale, regolandosi in base alla temperatura (interna/esterna) ed al flusso d’aria necessario.
  • Un intercapedine d’aria uniforme separa nettamente la parte interna da quella esterna di Tetto e Pareti, un unico Camino, posto nella parte più alta della costruzione, gestisce il flusso d’aria utilizzandolo come mezzo per eliminare l’ accumulo della calura estiva, classico delle mansarde .
  • Un alternativa alle soluzioni massive, dove anzichè l’ accumulo del calore per lo sfasamento dell’ onda termica, si utilizza semplicemente l’ aria, come mezzo di trasporto, per eliminarlo definitivamente.
  • Il Camino Intelligente gestisce i ricambi d’aria dell’appartamento in base alle temperature interne ed esterne rilevate:
    • In Estate durante i periodi di irraggiamento il flusso d’aria sarà minimo, quanto basta per evitare l’accumulo nei locali abitati.Alla sera invece aumentano portando nei locali interni e nelle intercapedini delle pareti l’ aria fresca esterna.
    • In inverno il camino si chiude nei periodi più freddi creando un intercapedine d’aria calda che migliora le prestazioni termiche del pacchetto coibentato, mentre nei momenti di irraggiamento effettua dei minimi ricambi d’aria per smaltire umidità e vapori dell’appartamento.
  • Realizzare una struttura Tettofacile® con il sistema di ventilazione oltre ad essere una valida alternativa alle soluzioni massive, attualmente è l’ unica struttura che gode della detraibilità per il risparmio energetico!!

IL SISTEMA GESTISCE TRE CONDIZIONI:

  1. NORMALE: un ricambio del volume d’aria dell’appartamento ogni tre ore
  2. ESTIVA: se la temperatura dell’ intercapedine è maggiore di quella esterna, purchè questa sia maggiore di 20°, RADDOPPIA LA VENTILAZIONE per smaltire l’accumulo di calore
  3. INVERNALE: se la temperatura esterna è inferiore a 10° DIMEZZA LA VENTILAZIONE

in Estate:

  • Integra la ventilazione naturale
  • Garantisce un ricambio d’aria costante dell’aria dell’ appartamento
  • Smaltisce l’accumulo della calura estiva del tetto e dell’ appartamento
  • Mantiene fresco il controsoffitto

in Inverno:

  • Crea un cuscinetto d’ aria calda tra la copertura e la controsoffittatura
  • Garantisce un minimo ricambio d’ aria costante dell’ aria dell’ appartamento (naturalmente)
  • Smaltisce i vapori prodotti nei locato sotto tetto
  • Elimina la formazione di muffe
  • Mantiene caldo il controsoffitto
DETRAZIONE FISCALE:
Innovativo sistema di Ventilazione che migliora il taglio termico delle pareti e del tetto coinvolgendo l’ ambiente abitativo con ricambi d’ aria costanti, sia in estate che in inverno. In linea con il risparmio energetico usufruisce del contributo anche per l’ acquisto della struttura.
1) NORME DI RIFERIMENTO in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici:

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 19 febbraio 2007 come modificato dal decreto 26 ottobre 2007 e coordinato con il decreto 7 aprile 2008 e con il decreto 6 agosto 2009 – Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell’art. 1, comma 349 della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 11 marzo 2008 coordinato con decreto 26 gennaio 2010 – Attuazione dell’articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza termica ai fini dell’applicazione dei commi 344 e 345 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

2) CAMPO D’APPLICAZIONE: la normativa si applica solo agli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e, nel settore specifico del tetto ventilato, solo se è relativa ad un sottotetto abitabile e riscaldato.

3) TIPI D’INTERVENTO: La realizzazione di una copertura con struttura tralicciata Tettofacile® dotata del sistema di ventilazione brevettato con ricambio d’aria interno al locale, se realizzata in sostituzione di una copertura esistente noncostituisce un costo interamente detraibile, insieme con le opere necessarie per la demolizione delle preesistenti strutture, in quanto si tratta di “opere strettamente connesse alla realizzazione dell’intervento che assicura il risparmio energetico (cioè la realizzazione tecnica della copertura)”: quanto sopra è confermato da un parere rilasciato dall’ENEA GdL Efficienza Energetica in data 16 marzo 2011 da parte del servizio informazioni, in conformità della risoluzione 283/E/2008 e della circolare 36/E/2007 dell’ENEA.

4) MODALITA’ DI FRUIZIONE DELLA DETRAZIONE FISCALE:

non occorre nessuna comunicazione preventiva, in quanto la normativa impone semplicemente che entro 90 giorni dalla ultimazione dei lavori sia trasmessa all’ ENEA, a mezzo del sito http://efficienzaenergetica.acs.enea.it, la documentazione prevista: si tratta essenzialmente dell’attestato di qualificazione energetica e della scheda descrittiva dei lavori eseguiti; i modelli da compilare e maggiori dettagli si trovano sul sito indicato sopra.

5) DESCRIZIONE DI CAPITOLATO DELLE OPERE DETRAIBILI: oltre alle opere di demolizione dell’esistente, ponteggi e lavori civili preparatori (cordoli in c.a., strutture murarie portanti, ecc..) e finitura di tegole o altri materiali di rivestimento impermeabile, è deducibile il costo del sistema Tettofacile® ventilato così descritto:

Realizzazione di copertura ventilata, compreso sistema di ricambio d’aria Naturale Controllato, comprendente:

a) Struttura in tralicci metallici zincati del sistema Tettofacile® conformato appositamente per la realizzazione di una intercapedine diffusa su tutte le falde, collegata a uno o più camini di ventilazione sui colmi con tiraggio elettromeccanico regolato da una centralina elettronica di programmazione, che agisce con riferimento a sensori di temperatura interna ed esterna.

b) Bocchette di prese d’aria esterna sui muri perimetrali per il ricambio d’aria, con condizionamento dell’aria in entrata e flusso regolato dal tiraggio del sistema di estrazione sul colmo, a seconda delle esigenze invernali/estive, delle ore del giorno, dell’irraggiamento solare e delle temperature esterne/interne; il sistema fornisce comunque agli ambienti il ricambio minimo di legge pari ad un volume d’aria ogni 3 ore.

c) Sistema di isolamento superiore della intercapedine, con pannelli OSB e poliuretano espanso, membrana barriera al vapore e quanto occorra per garantire l’isolamento minimo di legge.

d) Sistema di tamponamento isolato inferiore della copertura, con pannello di cartongesso o altro materiale di finitura, isolato con poliuretano in aderenza o lana di vetro nella parte inferiore della intercapedine.

Altri materiali isolanti possono essere utilizzati, con spessori tali da garantire l’isolamento di legge e rientrano ovviamente nei costi deducibili.

6) LE STRUTTURE LEGGERE NELL’ATTUALE NORMATIVA TERMICA

I decreti legislativi D.Lgs 192-2005 e D.Lgs 311-2006, hanno introdotto in maniera “concreta” la richiesta di soddisfacimento di prestazioni energetiche estive negli elementi di copertura.

Mentre per le strutture con massa superiore ai 230 kg/m2 non viene richiesto nulla di particolare, la normativa risulta più vincolante in merito a quelle piùleggere.detrazione fiscale 55%

Il sistema Tettofacile® con intercapedine ventilata ed il sistema di camino intelligente garantisce uno sfasamento “alternativo” nella trasmissione del calore attraverso la copertura, producendo un flusso d’aria controllato all’interno dell’intercapedine per l’asport
azione del calore e costituendo così una dimostrata soluzione alternativa al comportamento massivo delle solette in cemento armato, rispettando comunque i parametri di legge.